giovedì 12 settembre 2019

Ciclovia del Cormor

La ciclabile del Cormor, inizia presso il parcheggio che si trova sulla destra, poco dopo la rotonda che porta al Centro Commerciale Città Fiera di Martignacco (per chi giunge da Udine). Il fondo è tutto sterrato e alterna tratti ben battuti e larghi a tratti più stretti, quasi sentiero. 


venerdì 30 agosto 2019

Grotta di Attila e Cima di Lanza

Raggiunto il Passo di Cason di Lanza da Paularo o da Pontebba, parcheggiamo presso il rifugio e iniziamo a salire lungo la strada che sale proprio dietro di esso, oppure in alternativa, prendiamo il "sentiero del formaggio" con segnavia 458 (alternativa più ripida che taglia il tornante della strada). 

martedì 27 agosto 2019

Ciclovia delle Rogge

La Ciclovia delle Rogge si snoda da Molin Nuovo (paesino a nord di Udine) fino a Zompitta, passando per i paesi di Cavalicco, Adegliacco, Rizzolo, Rumignano e Cortale.



domenica 18 agosto 2019

Monte Monfredda

Il monte Monfredda è una piccola cima, raggiungibile facilmente dai Pani di Raveo oppure, con un po' più dislivello, dal paese di Feltrone, sopra Socchieve, tramite il sentiero Cai 235.


giovedì 1 agosto 2019

Monte Jouf

Sopra Maniago c'è la bella cima del monte Jouf, raggiungibile da molti sentieri dal suo versante sud, ma con un dislivello di 800 metri. Noi abbiamo scelto di salirci per la via meno impegnativa, ovvero dal suo versante nord, dimezzando così il dislivello e salendo all'ombra di una bella faggeta. 


domenica 21 luglio 2019

Madonna della Neve e Monte Gozman

Per salire alla chiesetta della Madonna della Neve e al monte Gozman, dobbiamo arrivare a Ugovizza (UD) e prendere la stradina che ci porta in Val Uqua e al parcheggio del rifugio Nordio. 


venerdì 12 luglio 2019

sabato 6 luglio 2019

Rifugio Giaf e "mezzo" Anello di Bianchi

Per raggiungere il rifugio Giaf, dobbiamo arrivare a Forni di Sopra e proseguire oltre, in direzione Passo della Mauria, fino a oltrepassare la frazione Chiandarens, dove sulla sinistra troveremo una stradina con le indicazioni per il rifugio. La percorriamo tutta, parcheggiando negli spiazzi che precedono il ponte sul torrente Giaf (divieto di transito). 



giovedì 27 giugno 2019

Bivacco Lander

Il bivacco Lander è una bella casetta in legno inaugurata nel 2016, posta sulle pendici del Monte di Rivo, sopra l'abitato di Piano d'Arta, poco dopo il paesino di Arta Terme. 


lunedì 24 giugno 2019

Campanile di Mortegliano, una "vetta" in mezzo alla pianura Friulana!

Quante volte ci siamo passati sotto! Quante volte l'abbiamo visto svettare percorrendo la statale! Finalmente sabato pomeriggio abbiamo l'occasione di salirci sopra!
Stiamo parlando del Campanile di Mortegliano che, con i suoi 113,20 metri di altezza, è anche il campanile più alto d'Italia! 



sabato 22 giugno 2019

Gole di Kosec (Koseska korita) e cascate Sopot e Krampez

Siamo in Slovenia ed esattamente nel paesino di Kosec: lo raggiungiamo da San Pietro al Natisone, attraversando il valico di Stupizza, oltrepassando Caporetto e girando in direzione di Dreznica, dove seguiamo le indicazioni per le Koseska korita. Raggiunto il paesino, giriamo a sinistra dove, poco prima dell'hotel Turisticna kmetija Kranjc, c'è un bel parcheggio dove lasciare l'auto. 


venerdì 14 giugno 2019

Rifugio Grego dalla Val Saisera

Il rifugio Fratelli Grego è raggiungibile da due direzioni: dalla Val Dogna (al momento chiusa per frana - giugno 2019) raggiungendo in auto da Dogna la Sella di Somdogna e percorrendo a piedi una stradina per una decina di minuti; oppure dalla Val Saisera, raggiungibile da Ugovizza, dopo aver percorso la Val Bruna, con percorso un po' più lungo ma facile.


lunedì 3 giugno 2019

Crete del Mezzodì

Domenica volevamo ritornare sul monte Paularo, già "salito" da Gabriele nell' ottobre del 2009.
Abbiamo così percorso in auto la Val Canale e, una volta raggiunto il paesino di Laipacco, abbiamo svoltato a destra percorrendo la lunga strada sterrata che porta al rifugio casera Pramosio dove , poco prima di raggiungerla,abbiamo parcheggiato.


giovedì 2 maggio 2019

Sentiero storico naturalistico del castello di Montereale Valcellina

Proprio sopra l'abitato di Montereale Valcellina (PN), spuntano due cimette: quella con la croce ben visibile è il monte Spia ,già salito nel 2012, l'altra posta proprio dietro, è il monte Castello, perché sulla sua cima si trovano i resti di un castello medioevale


sabato 27 aprile 2019

Le cannoniere di Cueste Mozze

Le cannoniere di Cueste Mozze, sono un' opera difensiva costruita nella Grande Guerra per difendere la Sella di Cereschiatis dall'eventuale passaggio dell'esercito austro-ungarico. Esse si affacciano con grandi finestroni sul sottostante vallone del Rio Fus e sulla lunga Val Aupa.


martedì 23 aprile 2019

Monti Namlen, Cripia e... Zisilin

Il giorno di Pasquetta, siamo saliti su queste prime due facili cime molto panoramiche, delle Valli del Torre.
Abbiamo percorso in auto la strada militare che collegava il paesino di Subit a Campo de Bonis (Taipana): "collegava", perchè dopo gli ultimi eventi atmosferici, una transenna con ordinanza sindacale posta proprio sotto le pendici del monte Namlen, ne vieta la prosecuzione. Su questa stradina non viene fatta manutenzione, è un po' dissestata ed è senza barriere, come avverte un cartello poco sopra l'abitato di Subit: si consiglia perciò di percorrerla con le dovute cautele. 
Noi abbiamo parcheggiato in un largo spiazzo a sinistra, poco prima della transenna e siamo saliti per un sentierino non segnalato che parte proprio di fronte, sopra il muretto cementato a bordo strada (fare attenzione che si sbriciola!). 
 

martedì 2 aprile 2019

Cima Tulsti

La Cima Tulsti si raggiunge attraverso vari sentieri che partono da Prato di Resia. Noi abbiamo scelto di salire prima lungo la sterrata che sale a Sella Sagata e, poco prima di raggiungerla, accanto ad un tavolo con panche, abbiamo preso il sentiero che si stacca sulla destra (cartello con indicazioni) che, passando per gli stavoli Goslo, raggiunge la Cima Tulsti in circa due ore e mezza. 


sabato 16 marzo 2019

Crete da la Mont o Mont da li Milis

La Crete da la Mont è un bel pulpito panoramico che sovrasta l'abitato di Moggio Udinese.
Per arrivarci, saliamo a Moggio di Sopra dove, prima dell'asilo comunale (via Abbazia), imbocchiamo via Cjavecic: risaliamo in auto la stradina cementata, oltrepassando un roccolo e un pannello solare. 

mercoledì 6 marzo 2019

Castello di Cergneu e Chiesetta di S.M.Maddalena

Provenendo da Tarcento oltrepassiamo Nimis  e San Gervasio prendendo a sinistra la strada che ci porta a Cergneu inferiore dove parcheggiamo. 


Abisso Vigant

L'abisso Vigant è una bella cavità situata poco sotto l'abitato di Borgo Vigant. Vi si arriva percorrendo da Tarcento la Val del Torre e girando all'indicazione per Villanova delle Grotte. Si oltrepassa il terminal grotte (possibilità di visitare anche le grotte di Villanova) e si raggiunge Borgo Vigant, dove si parcheggia in qualche spiazzo senza intralciare la viabilità. 


giovedì 28 febbraio 2019

Chiesa di San Nicolò a Vigna

Siamo sui colli di Castelnuovo del Friuli e, raggiunta la località Vigna, parcheggiamo accanto al cimitero. Saliamo a piedi lungo la stradina che, poco oltre il cimitero, ci porta su fino alla chiesa parrocchiale di San Nicolò e al campanile che è stato adattato sui resti di un castello medioevale. 

lunedì 25 febbraio 2019

Il Pontic

Il Pontic è un bel ponte a doppio arco in pietra sopra al Torrente Cosa. E' situato a Molevana, piccola località che si trova poco prima di raggiungere Travesio (PN).
Noi abbiamo lasciato l'auto in un piccolo parcheggio alla fine di via Giuseppe Garibaldi, poco distante dal ristorante Al Puntic. 


giovedì 21 febbraio 2019

Monte Scalutta

Il monte Scalutta si trova ad est dell'abitato di Porzus, raggiungibile tramite una stretta rotabile proveniente da Attimis. 


giovedì 14 febbraio 2019

Cascata Sflunc

La cascata Sflunc, si trova lungo l'itinerario dell' Anello di Pinzano, che porta il segnavia Cai 822.
Noi ne abbiamo percorso solo un breve tratto, partendo da una stradina interdetta al traffico, raggiungibile da Via XX Settembre (cartello con civici 110-122). Provenendo dal centro di Pinzano al Tagliamento, scendendo verso Valeriano, giriamo a destra e subito dopo a sinistra, seguendo la stradina quasi fino al divieto di transito, parcheggiando a lato strada senza intralciare la viabilità. 


martedì 12 febbraio 2019

Clapat di Cornino... e postazioni austro-ungariche di Villuzza

Seguendo i "Percorsi della Grande Guerra", siamo andati a visitare il "Clapat", isolotto sul fiume Tagliamento che si trova a metà del percorso del ponte di Cornino. 
Provenendo da Majano, dobbiamo oltrepassare Cimano (che rimane sulla sinistra) e, attraversando il ponte sul Tagliamento, imboccare l'unica stradina che si stacca sulla sinistra e scende verso una cava e il greto del fiume.



Rio dell'Acqua Caduta a Cimano

Per vedere le belle cascate del Rio dell'Acqua Caduta, oltrepassato l'abitato di San Daniele, prendiamo la strada che ci porta a Cimano e cerchiamo Via Borgo Ceschia. Proprio all'inizio della via, sulla sinistra troviamo il cartello con le indicazioni per raggiungere questo bucolico posticino. 


lunedì 11 febbraio 2019

Castello di San Giovanni a Flagogna

Molte volte, passando in auto, ne avevamo scorto le mura sulla piccola dorsale che sovrasta l'abitato di Flagogna. Sabato arriva il momento di andarle a vedere da vicino e, dopo aver raggiunto Flagogna da Cimano, oltrepassiamo il centro e iniziamo a scendere verso Pinzano con la Strada Provinciale 22,  parcheggiando l'auto in un piccolo parcheggio sulla sinistra, subito dopo una curva. A piedi, ritorniamo leggermente indietro e imbocchiamo Via Castello (segnalazioni per il castello e piccola fonte d'acqua), risalendola tutta fino ad una curva con paramassi.


giovedì 7 febbraio 2019

Fontana del Tof, Chiesetta di Praforte e Col Monaco

Da Paludea (Castelnovo del Friuli), risalendo verso Clauzetto, proprio di fronte al bivio con la strada che porta a Celante di Castelnovo, c'è un bellissimo ponte pedonale in pietra, ad arco sul torrente Cosa: una volta attraversato, porta ad un sentiero che ci conduce in breve alla Fontana Tof, dove troviamo anche una Madonnina che guarda lo scorrere delle acque che scendono giù dalla sorgente. 


giovedì 31 gennaio 2019

Pozzo del Signore, Cascate Butines e ponte ad arco sul rio Pontaiba

L'abitato di Casiacco, dove inizia la nostra escursione, si può raggiungere da Pinzano al Tagliamento, da Forgaria del Friuli o da Flagogna. 
Noi abbiamo lasciato l'auto nel parcheggio del campo sportivo (via del Molino) e siamo risaliti verso la statale, imboccando la sterrata nei pressi dell' "Ancona dei Scevoi". 


domenica 27 gennaio 2019

Il sentiero della Madonna Ballerina

Sabato abbiamo percorso il sentiero della Madonna Ballerina, che si sviluppa lungo il sentiero Cai 814, che collega la piccola borgata di Pert (Val d'Arzino) all'abitato di Forgaria del Friuli. 


lunedì 21 gennaio 2019

Monte Campeon, Monte Faeit.... e Castello Frangipane (Tarcento)

I monti Campeon e Faeit sono accessibili da più punti e con vari dislivelli: si può salire da Artegna, attraverso il sentiero Naturalistico del monte Faeit (circa 500m.d.); dalla località Roccolo di Montenars, attraverso la lunga sterrata (circa 100m.d.), o da malga Vidoni, sopra l'abitato di Sammardenchia. Essendo quest'ultimo tracciato esposto a sud, noi domenica siamo saliti da qui, raggiungendo il piccolo paesino di Sammardenchia che abbiamo trovato affollato d'auto per qualche festività locale. 

lunedì 14 gennaio 2019

Anello della Croce di Vito d'Asio

Nel gennaio 2011 io, Nicholas e un piccolo Gabriele nello zaino, andavamo in esplorazione di quella croce notata sopra l'abitato di Vito d'Asio. 
Otto anni dopo, ci torniamo solo io e Gabriele (questa volta con le proprie gambe!), compiendo l'intero anello proposto sul sito del comune di Vito d'Asio.


venerdì 4 gennaio 2019

Madonna della Neve e Mari dal Friul

Nel 2011 un piccolo Gabriele saliva per la prima volta, un passetto dopo l'altro, alla chiesetta della Madonna della Neve.
Ci ritorniamo dopo otto anni, passo dopo passo, su per quella bella mulattiera lastricata che inizia con una gradinata, proprio dietro la chiesa parrocchiale di Anduins.